Una folata di vento intorno a me.

Standard

Tutto è partito da questo video qua:

https://www.youtube.com/watch?v=fWEkp8BKSiM&list=WL

Ad un certo punto ho cominciato a pensare a me come ad un cervello. Solo un cervello sospeso in mezzo al nulla. Sottoposto ad un “vento” di informazioni che probabilmente hanno la stessa essenza dei numeri. Se il mondo che mi circonda ha una forma, io me la immagino così: un raffica di numeri.

Ora il mio cervello comprende alcuni e non altri, reputa buoni alcuni e altri no, si sofferma su alcuni ed altri li ignora. Ma il vento li contiene tutti. Tutte le infinite possibilità, sono io che sono limitata nella percezione di queste sequenze numeriche. E quindi sono io che noto le coincidenze, sono io che abbino gli eventi, sono io che raggruppo le mie percezioni e do un senso a tutto.

Probabile che non ci sia un senso.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...