Star Wars VII: a methaphoric point of view (warning this post contains spoilers!)

Standard

The Star Wars new movie is a Disney movie. As a Disney movie (commercial productions for family), I understand why Star Wars fans find it so redundant and full of elements already seen.

It’s also a J.J.Abrams movie too, he is the director of Lost, so I think that it isn’t so easy to interpretate like it appears.

So, I like it because, to my opinion, there is another key of interpretation.

Star Wars VII predicts the new next era.

So, to understand this, we have to look at all the movies saga.

In the first Star Wars episodes, the main character was Luke Skywalker. He is the son of Darth Vader, but he isn’t the only son, he have a sister, Leila, but the main character was the boy.

It was ’70, the father was the typical father of that year: despotic, dominant, in one word he is the Boss. Luke kills he.

Now, in the new movie there are also two characters. One is a black boy, the other is a girl. At the end, we’ll find that the girl has a lot of Force, instinctively.

The black boy at the first time appears like the main character. He change his life, rebels to the Prime Order, escapes because he feels what they do was wrong….and He is even a clone!

But at the end, he wasn’t the main character.

The main character was she and we’ll understand this only at the end of the movie. She is strong but she doesn’t know it. She have the Force and she learns how to use it instinctively.

The new antagonist remains puzzled when she resists to his mind control.

Kilo Ren, the new antagonist, is a fragile character. He isn’t Darth Vader, he hasn’t his majestic evilness. He is the son of Han Solo and Leila. Han Solo is a yippie character, so anarchical, so funny and Kilo Ren kills he!

So we have two historical eras: the ’70 years when sons killed the Fathers-Masters and the contemporary Era when sons kill the Yippie fathers of ’70 (the previous sons).

But now Kilo Ren is killed by a woman and she has INSTINCTIVELY more Force than him.

So the New Era belongs to women. There was two possibly candidates: black people and women. Star Wars predict the rise of women, to my opinion. And they rules the world with the instinct, not with the logic and practice.

There are many references in the movie to support this metaphorical interpretation.

The movie is all declined for women. The equivalent of Yoda in this movie is Maz Tanaka that is a female character among a turtle and a Chinese (another element peculiar of actual era: the dominance of the Chinese culture). And Leila is the commander of rebels.

In one part of the movie, Han Solo says to Finn: “Women always figure out the truth. Always”

And Rey says to Kylo Ren:”You… you’re afraid… that you will never be as strong as Darth Vader!”

Because actual men are unable to repeat the father-master even if they wanted to.

Because women are changed, they have a lot of Force!

 

p.s. wow I wrote all of this in english!!!! The Force is with me!

Annunci

From Italian to English

Standard

From now I’ll try to write this blog in English.
English is the default language on Internet and I think it’s time for me to adopt it.

My life is too easy, too much routine, so few time to improve myself. I want make a small change.

My English is very poor, because I don’t have a chance to use it in daily life but I hope that if I use short sentences and modern browser translators for the more complicated onces, I find this exercise not so difficult.

So, I’ll try…I hope you, reader, are kind to me for my mistakes!

In stand-by…

Standard

Mi ritrovo con tanto tempo perso quando in realtà sarei piena di cose da fare. Probabilmente é necessario che io rallenti, magari per trovare nuove forze o nuovi stimoli.  É come quando in strada ti ritrovi qualcuno davanti che va a 30km col limite a 60km e la striscia continua non ti consente di sorpassare. Allora ti calmi e segui il ritmo. Se ti snervi é finita. La cosa importante é tenere la mente occupata in qualcosa di interessante.

Hanno inaugurato il camion che viaggia da solo senza la necessità del conducente:

http://www.wired.com/2015/05/worlds-first-self-driving-semi-truck-hits-road/

All’inizio lo faranno viaggiare con un guidatore lato passeggero che si occuperà di controllare che non ci siano problemi di sorta. Ma in realtà non serve. É dimostrato che le auto self-driving sono più sicure e che la maggior parte degli incidenti su strada é dovuto ad errore umano. Il problema è che il camionista é uno dei lavori più diffusi sulla faccia della terra, chi glielo dirà a questi che non sarà più necessario?

http://www.npr.org/sections/money/2015/02/05/382664837/map-the-most-common-job-in-every-state

(indagine che riguarda solo gli Stati Uniti)

Per cui per il momento, guiderà assistito da uno pseudo guidatore, tra un po’ di anni sarà considerato un costo inutile e addio guidatore.

Ho appena aggiornato Skype e mi sto divertendo a chattare con un collega in cinese Han variante tradizionale…L’ho già detto in un post precedente quello che penso sulla fine del lavoro di interprete?

Avremo tanto tanto tempo per noi quando non lavoreremo più. É una svolta epocale, ma deve cambiare l’idea che le persone hanno del lavoro, altrimenti tutto questo tempo “guadagnato” lo sprecheremo in un ufficio ad alimentare la macchina della burocrazia solo perché non sappiamo come retribuire le persone in modo differente da “tu mi dai il tuo tempo e io ti do dei soldi”.

É un peccato stare così in stand-by quando potremmo vivere e godere del nostro tempo libero, dei nostri figli, delle attività con cui potremmo occupare la nostra mente!

Invece, stiamo in ufficio con la faccia catatonica davanti ad un monitor per la maggior parte della nostra vita, stipiamo i nostri figli in una scuola che non riesce a stare al passo coi tempi e il massimo sforzo con cui occupiamo la nostra mente è magari un sudoku o molto più probabilmente a fare zapping in tv concentrando una minima parte della nostra attenzione su programmi di intrattenimento a basso budget.

Il passare inesorabile del tempo

Standard

Scrivere qualcosa è sempre difficile, scrivere dopo che é passato così tanto tempo e che si é persa l’abitudine lo é ancora di più.
Tante cose accadono, non sempre aderenti all’idea che uno si fa.
Magari ci si rallegra per un colpo di fortuna e poi si scopre che era solo l’ennesima gabbia in cui ci si rinchiude.
Le gabbie alla fine sono tutte uguali. Dopo un po’ ti stanno strette, l’abitudine non ce la fai a meno che non sei nato addomesticato.
Siamo fantasmi famelici, pronti a sbranare ogni cosa, vogliamo, desideriamo, bramiamo con la speranza che il futuro ci riservi la pace che non possederemo mai a meno che non accettiamo ciò che inevitabilmente é.

…E levando di torno questo "Noi stesso" così ingombrante, così pretenzioso. 

Interessantissima puntata sul Telelavoro e i Technomadi

Standard

Ospite: David Orban

Ascoltate dal punto 34:17

Radio24 – 2024 – 16 Gennaio 2015

“Nel XXI secolo, il 2% della popolazione produce il cibo necessario per sfamare il 100% della popolazione, il 30% della popolazione produce i beni materiali necessari per soddisfare le esigenze del 100% della popolazione.
Meno di un terzo della forza lavoro è impiegata nella produzione di beni fisici, il resto lavora per i servizi.

E una gran parte di questi servizi può essere eseguito, erogato indipendentemente da dove il beneficio di questo servizio si manifesta.

P.S. Commento mio.

Il conservatorismo del giornalista di Radio 24 è imbarazzante…è tutto negativo per lui!

Perché dovrebbe essere un male dislocare le persone? Gli piacciono gli uffici coi cubicoli?

Perché spera che la maggior parte dei lavoratori rimanga stanziale? Fa fatica a farsi dei nuovi amici?!?! Bah!

Un urlo di frustrazione!

Standard

Questo post è per gridare al mondo il mio odio verso un canale televisivo.

Io maledico Canale 5 da qui all’eternità e non lo faccio per scopi politici, perché penso male di questo o di quel personaggio, ma semplicemente per il fatto che specula sul mio tempo, sui miei desideri e sulla mia sacrosanta necessità di rilassarmi alla fine di una qualsiasi giornata infrasettimanale.

Premetto che evito come la peste la tv italiana, che preferisco leggere o dormire a stare imbambolata a fare zapping compulsivo in preda alla noia della vacuità dei contenuti e che se proprio mi va un film preferisco aspettare quell’unico bello che fa la tv svizzera al lunedì oppure un dvd comprato.

Detto questo. Sono ANNI che sto aspettando di vedere “Tutta colpa di Freud”, che al cinema non ci potevo andare fino a poco tempo fa, che qui la Swisscom non ce l’ha tra i film acquistabili, che manco Amazon Prime e Netflix sono arrivati da queste parti e che neanche in dvd l’ho trovato (sì perché io li compro i film per la stupida ragione che so che un film costa tanto e che è meglio che gli attori vengano remunerati come si deve prima che pure nei film ci ritroviamo tutti cinesi sottopagati).

Insomma ANNI e dove lo mandano in onda!?!?! Per mio sfregio?!?! Su Canale 5! Canale 5 quell’orrido canale che ti abboffa di pubblicità e insulse informazioni meteo per arrivare a coprire con un unico film tutta la programmazione serale che va dalle 21 alle 1.00 di notte! Quel sunto di tutta la conoscenza ignobile della natura umana! Quel girone dantesco di poveri assonnati telespettatori che pregano l’arrivo dei titoli di coda per porre fine alle loro immani sofferenze dopo una lunghissima giornata lavorativa e andarsene a dormire.

E oltretutto, qual è il colmo di tutto ciò?!

Che me lo hanno diviso in DUE serate!!!! Manco un ora di film, diviso in OLTRE 4 ore di programmazione tv.

Ci stanno sugando l’energia vitale come in Matrix, ma dalla televisione però!